Categorie
Appuntamenti

Scappo dalla città: il Natale nei piccoli borghi dell’Emilia Romagna

Parenti, interminabili cene e pranzi in famiglia, tombolate, carte italiane, francesi e chi più ne ha più ne metta. Passare il Natale in famiglia può a volta può trasformarsi in una maratona senza fine, tanto che spesso viene voglia di scappare, uscire dal salone, allontanarsi dal tavolo per una passeggiata con gli amici più cari.
Ecco per tutti coloro che non amano, o sopportano poco, le tradizionali riunioni familiari e preferiscono scappare altrove, oggi proponiamo 5 mete in cui fuggire per Natale: 5 luoghi scelti perché lontani dalla città, in luoghi suggestivi o semplicemente perché rappresentano parte della tradizione natalizia dell’Emilia Romagna.
Buone feste

Natale a Comacchio (FE)

Natale a Comacchio – Ph. nbisi CC BY SA

Canali e barconi addobbati a festa il tutto attorniato dalle atmosfere natalizie della città lagunare, passeggiare per Comacchio durante le festività Natalizie è davvero un’esperienza suggestiva.
Tra le luminarie ed i mercatini, segnaliamo anche il ricco programma di eventi organizzati durante le festività natalizie nei musei lagunari: Museo Delta Antico, Manifattura dei Marinati, Casa Museo Remo Brindisi e Valli di Comacchio
Tutte le info

Natale a Brisighella (RA)

Natale nei borghi dell'Emilia-Romagna
Brisighella – Ph. Vanni Lazzari in CC BY SA

Le festività di Natale immersi in uno dei più bei borghi d’Italia, dove coccolarsi  tra suggestive passeggiate e specialità gastronomiche locali. Questo in breve quello che vi aspetta se deciderete di passare il Natale a Brisighella, piccolo borgo del duecento affacciato sulla Valle del Lamone. E poi siete in Romagna, a due passi dalla Riviera e dai più importanti e rinomati centri del divertimenti italiano; volete mettere?

Città e Presepi di Romagna

Natale in Emilia Romagna - Longiano dei presepi
Natale in Emilia Romagna – Longiano dei presepi

Tornano le visite guidate nei borghi e nelle città della Romagna per le festività natalizie 2019-2020.
Quest’anno sono in programma visite al suggestivo presepe della marineria di Cesenatico, percorsi e camminate per ammirare la magia del Natale nel borgo di Longiano e itinerari alla scoperta delle luminarie del Centro di Cesena.
Dal 14 a 4 Gennaio tante iniziative per un Natale nelle terra di Romagna.
Tutte le Info

Natale a Grazzano Visconti (PC)

Il suggestivo borgo medievale dell’Appennino piacentino ospita fino al 6 gennaio eventi, spettacoli e mercatini tutti dedicati al Natale. Da non perdere la camminata notturna nel parco durante la notte di Capodanno, una visita a lume di candela all’interno del Parco del Castello.
Tutte le info

Natale a Verucchio (RN)

Natale nei borghi dell'Emilia-Romagna
Natale a Verucchio – Foto di ProLoco Verucchio

È tra i più belli e rinomati borghi della Valmarecchia, splendida vallata al confine tra Marche, Romagna ed il Mare Adriatico. Verucchio a Natale si trasforma in una esperienza sensoriale attraverso il gusto dei sapori delle feste, gli odori degli antichi natali, i suoni della tradizione collinare italiana.
Un mondo in cui immergersi totalmente, lontano dal trambusto cittadino dove le feste ritrovano la loro dimensione storica e umana…vi abbiamo già convinto?

 

Categorie
Neve

Natale in Emilia-Romagna: 6 idee per le vacanze in Appennino

Interminabili sedute a tavola, pranzi, cene ed una serie di portate senza termine…
Se siete tra quelli che amano passare le feste lontano da casa, dai parenti e possibilmente possibilmente in un luogo isolato in cui poter apprezzare la magia della natura d’inverno e le vette innovate delle montagne.
Se siete tra quelli che amano il silenzioso cielo stellato, gli odori ed i profumi del bosco o se semplicemente siete amanti della neve e delle attività invernali, allora l’articolo di oggi è dedicato a voi.

Si perché qui alla redazione di In Emilia Romagna ci siamo messi d’impegno ed abbiamo selezionato 10 idee/eventi da cui prendere spunto e dedicati a tutti quelli che vorrebbero passare le vacanze natalizie sul nostro Appennino. Una zona montana e di confine che rappresenta però ancora un luogo selvaggio e che regala ai più affezionati paesaggi e panorami difficilmente ripetibili.

Ma non ritardiamo la vostra attesa oltre ed eccoci con 10 idee ed eventi per trascorrere le ferie natalizie tra le vallate e le cime dell’Appennino Emiliano-romagnolo. Se poi siete di quelli a cui piacciono le comodità, date uno sguardo agli eventi e le iniziative di Natale e Capodanno in Emilia Romagna.

Categorie
Arte e Cultura

Fellini 100: le iniziative per il Centenario del Maestro del Cinema

Rimini 1920 – 2020: Fellini 100 “Tutto si immagina”
Nel centenario della nascita, le iniziative dedicate al Maestro

Il 20 gennaio del 1920 nasceva a Rimini Federico Fellini, il Maestro del cinema mondiale.
Se l’Italia è diventata per tutto il mondo il paese della Dolce Vita lo si deve al suo sguardo unico e inconfondibile. Pochissimi artisti sono riusciti a rappresentare l’intera storia del nostro Paese come ha fatto Fellini. Un artista che attraverso il cinema è riuscito a inventare un mondo intero, creando un immaginario capace non solo di raccontare la propria generazione – quella di chi ha vissuto le più importanti tappe del Novecento – ma anche di entrare in contatto con quelle successive.

Fellini ci ha mostrato come, viaggiando a ritroso nel tempo, si possono trovare magici suggerimenti per comprendere il presente. La sua eredità è ancora dinamica e viva nel linguaggio artistico e creativo contemporaneo. “Tutto si immagina” non è solo una celebre espressione del regista riminese, genio immortale, ma la chiave di volta per fotografarne l’eredità artistica e creativa attuale e senza tempo.

A 100 anni dalla sua nascita, Rimini si prepara a celebrarlo per un intero anno con una serie di iniziative che partiranno a metà dicembre con una grande mostra nelle sale di Castel Sismondo, antica residenza dei Malatesta, e proseguiranno tutto il prossimo anno per culminare nell’apertura, a dicembre 2020, nel più grande progetto museale a lui interamente dedicato.


La mostra “Fellini 100” a Castel Sismondo

Ad aprire le celebrazioni sarà la mostra itinerante “Fellini 100 Genio immortale”, a Rimini dal 14 dicembre 2019, riportando in primo piano memorie, emozioni, fotogrammi, scene, suggestioni provenienti da quel mondo straordinario capace di dirci tutta la verità su noi stessi con l’irresistibile fascino universale del sogno.

La mostra, allestita a Castel Sismondo, parte della sede futura del Museo Fellini, ruota attorno a tre nuclei di contenuti:
1) la storia d’Italia, dagli anni Venti agli anni Ottanta, attraverso l’immaginario dei film di Fellini;
2) il racconto dei compagni di viaggio del regista;
3) la presentazione del progetto permanente del Museo Internazionale Federico Fellini.

Tra le varie sezioni che compongono la mostra, che presenta tanto materiale inedito, non manca materiale del Fondo Nino Rota, il celebre compositore che ha collaborato con Fellini su molti film.
In particolare sarà esposta, per la prima volta, una serie di taccuini originali sui quali Rota appuntava le indicazioni del Maestro sulla musica che avrebbe dovuto accompagnare ed esaltare le sue scelte registiche.

Tra i materiali inediti in esposizione anche la primissima sceneggiatura di quello che poi sarebbe diventato Amarcord, intitolato in prima stesura “Il borgo”, e la sceneggiatura di Otto e mezzo di proprietà di Lina Wertmuller, che fu assistente alla regia di Federico Fellini proprio in quel film.

Anche dall’archivio dell’Associazione Tonino Guerra sono presenti materiali inediti appartenuti al poeta, scrittore e sceneggiatore romagnolo, testimonianza di un incontro umano e professionale che ha segnato il cinema e la cultura italiana.

Una mostra inedita su Fellini, perché porta al centro del proprio percorso la visione dei film, e questo grazie alla partecipazione sia dei produttori più o meno recenti, sia di coloro che in questi anni hanno custodito e tutelato una parte considerevole della filmografia.

Dopo l’allestimento riminese, la mostra comincerà un viaggio e arriverà a Roma il prossimo aprile 2020 a Palazzo Venezia, per poi varcare i confini nazionali con esposizioni a Los Angeles, Mosca e Berlino.

Fellini 100, manifesto mostra
Fellini 100, manifesto mostra

Il Museo Internazionale Federico Fellini

L’appuntamento del centenario è anche l’occasione per porre le fondamenta del Museo Internazionale Federico Fellini. Un’esposizione permanente la cui apertura è prevista a dicembre 2020 con l’ambizione di diventare per il pubblico di tutto il mondo il luogo dove poter incontrare e riscoprire l’universo inimitabile di Federico Fellini.
Il Museo Internazionale sarà, infatti, il più grande progetto museale dedicato al regista riminese e coniugherà la poesia del cinema felliniano con le tecnologie e le scelte urbanistiche più innovative. Un progetto ambizioso, che, nel mescolare poesia e tecnologia, intende restituire tutto quello che il cinema ha voluto essere fin dalla sua origine e che i film di Fellini esprimono nel modo più compiuto: stupore, fantasia, spettacolo, divertimento.

Il Museo Fellini ruoterà intorno a tre poli:
Castel Sismondo, la rocca del Quattrocento al cui progetto contribuì Filippo Brunelleschi; Palazzo Valloni, un edificio di origine settecentesca recentemente restaurato, dove a piano terra ha sede il mitico Cinema Fulgor dove Fellini vide i primi film; e infine una grande area urbana, una vera e propria Piazza dei Sogni, che, attraverso un percorso di installazioni e scenografie felliniane creerà un fil rouge tra questi due edifici.

Gli spazi di Palazzo Valloni e di Castel Sismondo, così interconnessi, diventeranno il luogo di una narrazione coinvolgente attraverso film, documentari, interviste e ancora sceneggiature, lettere, spartiti, oggetti di scena e insieme a questi i disegni – che tanta parte hanno avuto nel processo ideativo del Maestro – e i costumi, a documentare anche la qualità e l’originalità delle collaborazioni e delle maestranze coinvolte in ognuno dei progetti di Fellini.


Infine una curiosità…

Tutte le iniziative che festeggeranno il centenario sono raccolte sotto l’etichetta di “Fellini 100”, che ha adottato come proprio logo un disegno del regista Paolo Virzì ispirato a una delle foto più famose della storia del cinema: Fellini domatore (di personaggi, di fantasie, di ossessioni) sul set di Otto e mezzo, scattata da Tazio Secchiaroli.

Categorie
Arte e Cultura

Il 19 e 20 ottobre appuntamento con i Monasteri Aperti

Questo ottobre arriva un nuovo appuntamento con le aperture straordinarie: il terzo weekend si svolge infatti la prima edizione di Monasteri Aperti, l’occasione ideale per scoprire alcuni dei più importanti luoghi di culto millenari che si trovano lungo alcuni dei Cammini dell’Emilia Romagna.

Sabato 19 e domenica 20 ottobre una ventina di luoghi sacri tra pievi, chiostri, abbazie, monasteri e cripte, ospitano numerosi appuntamenti (gratuiti o a pagamento) tra visite guidate con esperti di arte sacra, laboratori, escursioni e trekking, concerti di musica sacra.

Chi saranno i protagonisti di questa iniziativa? Dalla splendida Abbazia di Nonantola (MO) -recentemente riaperta al pubblico dopo il restauro post terremoto e oggetto quest’anno di uno speciale Giubileo concesso da Papa Francesco- alla Cattedrale di Sarsina (FC), passando per piccoli gioielli meno conosciuti, come il Monastero di San Pietro a Modena e il Monastero di Santa Chiara a Lagrimone (PR).

Scopri tutte le iniziative e prenota la tua

Monasteri Aperti, ottobre 2019

L’iniziativa è promossa da APT Servizi Emilia Romagna e CEER – Ufficio per la Pastorale dello Sport, Turismo e Tempo Libero, in collaborazione con le Diocesi Regionali e le Associazioni dei Cammini della Regione.

Categorie
Parlami di tER

[ParlamiditER #289] Il pesce fa festa, sagra gastronomica d’autunno a Cesenatico

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che son natie, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra, sei benvenuto. Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!


L’autunno al mare non è mai stato così divertente e gustoso! Cesenatico, borgo marinaro tra i più amati e conosciuti della riviera, festeggia il suo amore per l’arte della pesca, con una sagra dedicata a tutti gli amanti della Romagna, del mare e della buona tavola: Il pesce fa festa.

Ogni anno tra fine ottobre e inizio novembre per le vie e piazze del centro cittadino chef stellati, volontari e membri delle associazioni pescatori e delle associazioni dei ristoratori cucinano il pesce dell’Adriatico in mille varianti appetitose.

Il prossimo appuntamento?

Dal 31 ottobre al 3 novembre 2019!

[slider]

Che cosa si potrà mangiare a “Il Pesce fa Festa”?

Certamente i piatti della tradizione come alici marinate, passatelli in brodo di pesce, monfettini alle seppie, fritto misto dell’adriatico, grigliata di pesce, cozze e vongole in guazzetto!…e tante altre proposte…

Nella zona del Mercato Ittico, a ridosso del Porto Canale leonardesco di Cesenatico, verrà allestita una grande tensostruttura dove i cuochi della Cooperativa Casa del Pescatore faranno degustare antipasti di cozze e vongole, ottimi primi e l’immancabile “rustida”.

Mazzole, canocchie, triglie, acciughe, sgombri, moletti saranno alcuni dei protagonisti che chiunque potrà vedere dal vivo presso la Pescheria Comunale aperta per l’occasione anche nel week end.

Durante i giorni della sagra, avrà luogo anche una grande mostra mercato di prodotti alimentari, artigianato, modernariato, collezionismo, giochi per bambini e tanto altro.

Non mancare!

Tutti gli aggiornamenti sull’evento seguendo la pagina Facebook di VisitCesenatico.

Categorie
Food Valley

Le Sagre di Ottobre in Emilia-Romagna

L’autunno è ormai inoltrato e durante i prossimi weekend, con le giornate che si accorciano e le temperature che pian piano scendono, non c’è niente di meglio che una gita mangereccia fuori porta, alla ricerca dei migliori prodotti tipici dell’Emilia-Romagna (la Regione che, ricordiamo, vanta il maggior numero di prodotti DOP e IGP d’Italia).
Ecco una selezione dei festival gastronomici di ottobre da non perdere..e ce n’è per tutti i gusti!


Fiera del Tartufo Bianco Pregiato di Sant’Agata Feltria (RN)

Tutte le domeniche di ottobre (6 – 13 – 20 – 27 ottobre 2019) per le strade e i vicoli di questo pittoresco borgo nascosto tra i colli di Rimini c’è la Fiera dedicata al prezioso tubero locale, o -come vene definito da Pico nel 1788- il Tuber Magnatum, il tubero dei magnati, dei ricchi signori. Ecco il programma completo delle iniziative, tra spettacoli itineranti, gare e premiazioni.


Festa dei Frutti Dimenticati e del Marrone di Casola Valsenio (RA)

Nei due weekend centrali del mese di ottobre torna per le vie di Casola Valsenio, delizioso borgo in provincia di Ravenna, l’appuntamento con il mercato dei prodotti locali autunnali e dei frutti antichi. Un programma tutto dedicato alla vita rurale di un tempo, per riscoprire le tradizioni contadine locali tra degustazioni guidate, mostre e laboratori.


Sagra della Castagna di Montefiore Conca (RN)

Come da tradizione le domeniche di ottobre a Montefiore Conca, la capitale medioevale della Valle del Conca nonché uno dei paesi dei Malatesta più affascinanti e meglio conservati, sono dedicate al frutto per eccellenza dell’autunno: la castagna. La Sagra della Castagna torna ogni anno con stand gastronomici, mercatini e la possibilità di visitare la rocca con orario continuato dalle 10.30 alle 21.00, con visite guidate nel pomeriggio.

montefioreconca
Ph. @montefioreconca

Tartufesta dell’Appennino Bolognese

La Tartufesta è la tradizionale manifestazione che nei fine settimana di ottobre e novembre anima i comuni dell’Appennino bolognese con mercatini, menù a tema e tante iniziative incentrate sul Tartufo bianco pregiato dei Colli bolognesi. Un modo divertente per passare una giornata tra i profumi e i sapori indimenticabili della tradizione enogastronomica del territorio.

Tartufesta, Sasso Marconi ph. @bomberventuri
Ph. @bomberventuri

La Bonissima a Modena

Da venerdì 18 a domenica 20 ottobre 2019 la Piazza Grande di Modena accoglie il mercato di alta gastronomia La Bonissima, che riunisce una trentina di produttori del territorio. Come ogni anno gli amanti della buona cucina possono trovare e scoprire prodotti esclusivi, acquistandoli direttamente dai produttori, ma anche degustare specialità tipiche preparate sul momento, come gnocco fritto, ciacci di castagne, tigelle, borlenghi e altro ancora.


‘Ste Sroden a Fanano (MO)

Domenica 13 ottobre 2019 a Fanano torna il tradizionale appuntamento con ‘Ste Sroden, Questo autunno. Per l’occasione questo delizioso borgo sull’Appennino di Modena si veste d’autunno e, in una magica atmosfera di foglie, castagne e colori autunnali, vengono allestiti stand a cura dei ristoratori locali che servono specialità stagionali a base di funghi, castagne, zucca e tanto altro, dal primo al dolce.


Pan Cot e Cumpandegh a Sestola (MO)

Rimanendo sull’Appennino di Modena, domenica 20 Ottobre 2019 l’appuntamento è con Pan Cot e Cumpandegh, una festa che unisce la gastronomia alla tradizione.
Obiettivo della manifestazione è la riscoperta di vecchie ricette e sapori di una volta lungo le vie del paese, dove gli stand allestiti prepareranno piatti a base di farina di castagne, funghi e altri prodotti locali.
Un modo per scoprire la cultura montanara locale, degustandone i piatti tipici!

Tigelle, Pancot e cumpanadegh, ph, Comune di Sestola
Ph. Comune di Sestola

Giovinbacco in Piazza a Ravenna

“GiovinBacco. Sangiovese in Festa” è la più grande manifestazione enologica del Sangiovese e degli altri vini romagnoli. 3 giorni, da venerdì 25 a domenica 27 ottobre 2019, nel cuore di Ravenna (Piazza del Popolo, Piazza Kennedy e altri luoghi del centro città) dedicati al buon vino e del buon cibo di Romagna.

Ph. @Ravennanotizie
Ph. @Ravennanotizie

Il Pesce fa Festa a Cesenatico

Da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre 2019 lungo il porto canale, nelle piazze e nelle vie del centro storico di Cesenatico sarà un trionfo di profumi e sapori tra grigliate di pesce, fritture e piatti della tradizione marinara: torna come ogni anno la festa dedicata al prodotto principe della cucina locale, il pesce dell’Adriatico.

Ph. @ferlinifrancesco
Ph. @ferlinifrancesco
Categorie
Food Valley

Acetaie Aperte 2019

Una domenica all’insegna della scoperta dell’Oro Nero di Modena: come ogni anno a fine settembre, anche quest’anno torna l’appuntamento con Acetaie Aperte, l’evento organizzato dal Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP e dal Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale DOP che aprono le porte delle acetaie ai visitatori.

acetaie aperte 2019

Domenica 29 Settembre oltre 40 acetaie della provincia di Modena aspettano i visitatori per portarli a scoprirne i segreti di produzione, per imparare a degustarlo, apprezzando le particolarità dei due più preziosi tesori gastronomici del territorio.

Molte poi le iniziative collaterali organizzate dalle diverse acetaie: dalle degustazioni di Aceto Balsamico di Modena IGP e Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP con prodotti tipici del territorio, alle dimostrazioni di cottura e pigiatura del mosto, dagli show-cooking per scoprire abbinamenti e utilizzi dell’Oro Nero in cucina, a percorsi “museali” con esposizione di antichi strumenti di laboratorio e attrezzature per la lavorazione dell’aceto.

Tutte le informazioni si possono trovare su acetaieaperte.com

Categorie
Appuntamenti

Cosa fare a Ferragosto in Emilia-Romagna

Cosa fare a Ferragosto? Ogni anno, così come accade con molte altre festività, torna l’annosa questione di dover fare qualcosa, possibilmente divertente, per trascorrere il 15 agosto. C’è chi ha programmato la giornata da mesi, c’è chi sarà in ferie e non ci pensa, ma sappiamo anche che molti arriveranno all’ultimo minuto con il calendario ancora vuoto!
Non vi possiamo assicurare il divertimento, ma ancora una volta siamo qui per dare qualche buona idea su cosa fare a Ferragosto a partire dal fitto cartellone di eventi.
Ecco allora 3 idee per trascorrere Ferragosto in Emilia-Romagna, da Rimini a Piacenza, dall’Appennino alle rive del mare…


IN SPIAGGIA

Ferragosto in spiaggia? Un classico!
Feste, falò sulla spiaggia, sagre e concerti; ecco alcuni eventi organizzati sulla Riviera Romagnola:

Acieloapertofestival: festival musicale giunto oramai alla sesta edizione, si svolge come ogni anno presso la Rocca Malatestiana di Cesena e Villa Torlonia di San Mauro Pascoli, con il preciso intento di combinare una musica di grande qualità con la valorizzazione di luoghi storici di grande pregio e fascino. Da non perdere quest’anno il concerto di Francesco de Gregori, martedì 7 agosto presso Villa Torlonia di San Mauro ed il grande DJ Set di COSMO, venerdì 17 agosto sempre nella bellissima location di San Mauro

Rimini e MusicaAnche quest’anno Rimini sarà la capitale del Ferragosto della Riviera con tutti gli stabilimenti del capoluogo romagnolo che organizzeranno serate di ballo e musica. Per tutti gli altri segnaliamo la manifestazione Un Mare di Fuoco, speciale serata tra stand gastronomici, feste e musica, da vivere sul lungomare riminese dal bagno 101 al bagno 150. Gli appassionati di cinematografia potranno godere, nella speciale location del ponte di Tiberio, del Tiberio CinePicNic, serate da vivere al Parco Marecchia vedendo film d’essai godendosi un piccolo sic all’aperto.
Sempre il 14 agosto, presso il Beat Village di San Giuliano a Mare (programma completo qui), si esibirà Patty Pravo in un imperdibile serata all’insegna dei grandi successi della musica italiana.

Concerti a Cattolica: é un ricco cartellone di artisti nazionali ed internazionali quello che ogni anno sbarca all’Arena della Regina di Cattolica. Quest’anno, oltre i tanti concerti per tutto il mese di agosto segnaliamo il concerto del Le Vibrazioni in programma per giovedì 16 agosto.

La Rustida di CesenaticoCesenatico e la pesca sono legati da una storia secolare. Ogni anno, durante la notte del 14 agosto, proprio per ricordare la fondamentale importanza del settore ittico per l’economia e la storia cittadina i pescatori della città marinara offrono degustazioni delle più gustose specialità dell’Adriatico, preparate secondo la tradizione romagnola.

Deejay on Stage RiccioneDal 4 al 23 agosto Radio DEEJAY vi aspetta a Riccione nello splendido scenario di Viale Ceccarini con una serie di eventi speciali con tutti i protagonisti musicali dell’estate 2017.
Un programma davvero nutrito che nella settimana di ferragosto vedrà alternarsi Ermal Meta, Francesco Gabbani e Ghali, ma vi consigliamo di guardare il programma perché gli appuntamenti sono davvero tanti.

Bay Fest: Anche quest’anno al centro del Ferragosto di Bellaria Igea Marina c’è il BayFest, il festival punk rock che prevede 3 serate di grande musica con band di fama internazionale del calibro di Suicidal Tendencies, Bad Religion, Millencolin (programma completo).

Bagnacavallo Festival: musica, teatro dei burattini e spettacoli: il Bagnacavallo Festival per la settima edizione, invita ad agosto cittadini e ospiti delle vicine località balneari a piacevoli serate nelle aree verdi e in città sotto le stelle… anche se piove!

Palio del Daino Mondaino: evento imperdibile della settimana di Ferragosto dell’entroterra riminese, ma raggiungibile comodamente dalle spiagge, è quello di Mondaino con la nuova edizione del Palio de lo Daino, rievocazione storica che si terrà dal 16 al 19 Agosto con spettacoli, sfide, mercatini di artigianato.

Compleanno di Milano Marittima: Il 14 Agosto Milano Marittima non festeggia solo l’estate, ma anche il suo compleanno: non tutti sdanno infatti che la città è nata il 14 Agosto 1912, evento che viene celebrato quest’anno con un grande concerto presso la Rotonda 1° Maggio.

Ferragosto
Ph. Ravenna Tourism

CITTA E MUSEI

Chi lo ha detto che Ferragosto è solo in spiaggia?
Le città d’arte dell’Emilia-Romagna nella settimana centrale di Agosto sono aperte per accogliere visitatori e turisti con moltissime cose da fare a Ferragosto.
Ecco la lista degli eventi e dei musei e siti archeologici che rimarranno aperti il 15 agosto:

Festival MUNDUS: Sonorità inaspettate e travolgenti nella tredicesima edizione del Festival Mundus, rassegna di musica etnica e folk che ogni si svolge nella provincia di Reggio Emilia. Quest’anno nella serata del 15 agosto segnaliamo Correnteza, concerto dedicato alla musica brasiliana di Tom Jobim e dintorni.

Le ferie di Augusto a Ravenna: mercoledì 15 agosto la Villa Romana di Russi a Ravenna rimarrà aperta per un evento speciale che dalle ore 16 alle 20 vedrà la rievocazione della vita quotidiana della Villa Rustica così come si svolgeva duemila anni fa. I volontari in abbigliamento d’epoca, illustreranno ai curiosi la funzione delle diverse strutture della villa, con particolare attenzione nell’illustrare le cucine, le sale da banchetto (triclini), l’orto-giardino e il torcularium (pigiatoio dell’uva), dove saranno anche serviti cibi e bevande in tema con il territorio e la stagione.

Ferragosto di raccolta fondi per il Museo Archeologico di Ferrara: Ferragosto da non perdere al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara. Dopo la normale apertura a pagamento dalle 9,30 alle 17, con visita guidata gratuita alle ore 11 a cura del Gruppo Archeologico Ferrarese, il museo riapre nuovamente e gratuitamente dalle 17.30 a mezzanotte con una serata per raccolta fondi pro Palazzo Costabili – Ludovico il Moro, sede del museo, danneggiato dal terremoto del 20 maggio scorso.

Altre Aperture:

Marzabotto: Museo Nazionale Etrusco di Marzabotto e Area Archeologica (Apertura: 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.30 area archeologica fino alle 19.00)
San Mauro Pascoli: Casa Pascoli (Apertura: 16.00 – 19.00)
Sarsina: Museo Archeologico Nazionale Sarsinate (Apertura 13.30 – 18.30 chiusura biglietteria ore 18.00)
Ferrara: Museo Archeologico Nazionale (Apertura 9.30 – 17.00 chiusura biglietteria ore 16.30 e apertura straordinaria gratuita ore 17.30 – 24.00)
Ferrara: Casa Romei (Apertura: 8.30 – 19.30 chiusura biglietteria ore 19.00)
Codigoro: Complesso Pomposa (Apertura 8.30 – 19.30 chiusura biglietteria ore 18.45)
Bobbio: Castello Malaspina (Apertura: 10.00 – 13.00 / 14.30 -17.30)
Lugagnano Val d’Arda: Area Archeologica della città romana di Veleia (Apertura: 9.00 – 19.00)
Langhirano: Castello di Torrechiara (Apertura: 10.30 – 19.30)
Faenza: Palazzo Milzetti – Museo Nazionale dell’età neoclassica in Romagna (Apertura 8.30 -18.30 ultimo ingresso ore 17.30)
Ravenna: Basilica di Sant’Apollinare in Classe (Apertura: 8.30 – 19.30 chiusura biglietteria ore 19.00)
Ravenna: Battistero degli Ariani (Apertura: 8.30 -19.30)
Ravenna: Mausoleo di Teoderico (Apertura: 8.30 – 19.00 chiusura biglietteria ore 18.30)
Ravenna: Palazzo di Teoderico (Apertura: 8.30 – 13.30)
Ravenna: Museo Nazionale di Ravenna (Apertura: 8.30 – 19.30 chiusura biglietteria ore 19.00)
Russi: Area Archeologica e Villa Romana (Apertura: 12.00 – 22.00 chiusura biglietteria ore 21.00)
Canossa: Castello di Canossa e Museo “Naborre Campanini” (Apertura: 9.00 – 13.00 / 14.00 – 20.00)
San Leo: Fortezza di San Leo (Apertura: 9.30 – 20.00 chiusura biglietteria ore 19.15)
Bologna: Pinacoteca Nazionale di Bologna (Apertura ore 13.45 – 19.30)
Bologna: Palazzo Pepoli in Campogrande (Apertura 8.30 – 14)
Parma: Complesso monumentale della Pilotta (Apertura: 13.00 – 19)

Ferragosto
San Leo – Ph. Antonini Cristiano

MONTAGNA E PARCHI NATURALI

Escursioni e passeggiate, Ferragosto è un’ottima occasione per lasciare il caos dei luoghi più affollati per una gita fuori porta in mezzo ai borghi storici ed alla natura: e allora perché non attrezzarsi e partire alla volta dei rilievi d’Appennino o di uno dei tanti parchi naturali dell’Emilia-Romagna? Ecco l’elenco di eventi e Parchi per un po’ di relax in alta quota:

Bobbio Medievale: martedì 14 agosto il borgo di Bobbio vi aspetta per una passeggiata culturale lungo il percorso che attraversa l’abitato del centro storico fino al celebre Ponte Vecchio o Gobbo, detto anche “Ponte del Diavolo”. Un occasione di scoprire l’antico abitato con le sue storie e vicissitudini.

Asino Day: mercoledì 15 Agosto per i più piccini ci sarà l’occasione di avvicinarsi ad uno degli animali che più ha aiutato l’uomo nel corso dei secoli, gli asinelli. Sarà l’occasione per emozionanti passeggiate a dorso d’asino, condite di coccole e carezze a cura dell’asineria didattica Aria Aperta.

Balocco Villa Minozzo: Come tutti gli anni da Sabato 11 a Mercoledì 15 Agosto nel comune di Ventasso, nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano l’Ostello dei Balocchi si anima di storie e di avventure che riempiono i cuori. Gli asinelli dei Balocchi saranno fedeli compagni di cavalcate e silenziosi custodi dei segreti che origineranno da questa esaltante esperienza tra natura, storia, leggende ed atmosfere irripetibili.

Mini-Corso Nordic Walking: da Lunedì 13 a Martedì 14 Agosto due giorni di camminata nordica sui freschi e panoramici sentieri dell’Alta Val Parma. Lunedì ore 16:00, da Lagdei ai verdi prati del Monte Tavola. Martedì ore 09:00, dai laghi Gemini alle capanne di Badignana.

I Parchi dell’Emilia-Romagna:

Parco Nazionale Tosco-Emiliano
Parco Nazionale Foreste Casentinesi
Parco Interregionale del Sasso Simone e Simoncello
Parco Regionale Delta del Po
Parco Regionale Abbazia di Monteveglio
Parco Regionale Alto Appennino Modenese
Parco Regionale Corno alle Scale
Parco Regionale Boschi di Carrega
Parco Regionale Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa
Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone
Parco Regionale Monte Sole
Parco Regionale dello Stirone e del Piacenziano
Parco Regionale Sassi di Rocca Malatina
Parco Regionale Fluviale del Taro
Parco Regionale Fluviale del Trebbia
Parco Regionale Vena del Gesso Romagnola
Parco Regionale dei 100 Laghi

Ferragosto
Foreste Casentinesi – Ph. Pixcube.it

 

Categorie
Food Valley

Tramonto DiVino 2019: vini e cibi dell’Emilia-Romagna in degustazione

Ogni anno, quando l’estate entra nel vivo, torna Tramonto DiVino, il festival gastronomico itinerante dedicato ai migliori vini dell’Emilia-Romagna, in abbinamento ai prodotti e piatti più tipici della tradizione.
Il tour di questa 14ima edizione prevede dal 18 luglio al 20 ottobre 9 tappe in giro per la Regione, tra città d’arte, borghi e località della Riviera:

giovedì 18 luglio | Milano Marittima, sulla nuovo lungomare, in gemellaggio con il Consorzio della Franciacorta
mercoledì 31 luglio | Imola, in Piazza Matteotti
venerdì 2 agosto | Cesenatico, in Piazza Spose dei Marinai, dove verrà anche assegnato il premio Miglior Spumante Metodo Classico dell’Emilia-Romagna
domenica 4 agosto | Forlimpopoli, nella corte di Casa Artusi
mercoledì 4 settembre | Ferrara, in Piazza Municipio
sabato 7 settembre | Piacenza, in collaborazione con il Consorzio Salumi Piacentini in concomitanza con il festival gastronomico “Piacenza è un mare di sapori”
sabato 14 settembre | Fontanellato, nella scenografica corte della Rocca Sanvitale
sabato 21 settembre | Scortichino di Bondeno (FE), una tappa della solidarietà organizzata dall’associazione sportiva Nuova Aurora
venerdì 20 ottobre | Fico Eataly World (BO) con la premiazione del contest #TramontoDiVino2019

tramontodivino 2019

Il cuore dell’evento, nato nel 2006, è ovviamente la degustazione dei vini regionali di eccellenza, quelli selezionati dai sommelier di AIS Emilia e AIS Romagna come vini dell’anno e presentati nella guida Emilia Romagna da Bere e da Mangiare. I vini, provenienti dai quattro angoli della regione, sono serviti dai sommelier di AIS, che guidano i degustatori in un assaggio consapevole, fornendo informazioni sulla storia e il territorio di ogni azienda e suggerendo gli abbinamenti ideali con i prodotti in assaggio.

Per favorire la conoscenza e meglio orientare la scelta dei partecipanti fra le centinaia di etichette presenti in ogni tappa, i vini sono suddivisi nel seguente modo: in Romagna, dove sono presenti 40-50 cantine locali in ogni tappa, ogni azienda locale ha tutti i propri vini raggruppati insieme, mentre l’ampia selezione di vini emiliani è suddivisa per tipologia di vino; al contrario nelle tappe emiliane le cantine da Bologna a Piacenza sono divise per azienda produttrice e le etichette romagnole sono raggruppate per tipologia. A Fico, invece, la presentazione è guidata dall’appartenenza territoriale, in modo da offrire uno spaccato della Regione partendo dai vitigni.

Ai vini sono come sempre abbinati i più golosi prodotti DOP e IGP dell’Emilia-Romagna (che variano di data in data, in base alla località), preparati e serviti dai cuochi e dagli allievi dell’Istituto alberghiero Artusi di Forlimpopoli.
Parallelamente anche quest’anno in ogni tappa si svolge uno show cooking, curato da Chef professionisti e presentato da Daniele De Leo, con protagonisti i prodotti dei Consorzi partner di TramontoDiVino. Lo Chef di turno prepara e presenta il proprio piatto, che è poi a disposizione di chi tra il pubblico lo voglia assaggiare, con un ticket supplementare di 3€.
Quest’anno ogni piatto presentato è inoltre protagonista dello spettacolo “Matrimonio e Tradimento”: un doppio abbinamento con due vini autoctoni, uno in matrimonio con un vino del territorio di provenienza, l’altro in tradimento con un vino di un altro territorio regionale. Due sommelier-attori, con una arringa di 3 minuti ciascuno, devono convincere il pubblico su quale sia il vino migliore per l’abbinamento e perché. A fine degustazione una votazione da parte del pubblico elegge il sodalizio perfetto.

Durante le serate non manca poi la musica dal vivo, con i delicati suoni di un sassofonista e una vocalist.

Mercatino
Novità di questa edizione 2019 è il Mercatino di Tramonto DiVino presente nella tappa di Cesenatico, nel quale alcune aziende gastronomiche selezionate dai Consorzi sono presenti per promuovere e – per la prima volta – vendere i loro prodotti DOP e IGP.

Selfie Corner
Altra novità dell’anno è il selfie corner con foto istantanee: ogni partecipante può farsi scattare una foto e riceverne subito in omaggio una copia stampata, a patto che si scarichi sul proprio smartphone l’app Via Emilia Wine&Food, la guida completa dell’enogastronomia dell’Emilia-Romagna.

Contest Facebook e Instagram
Che cosa rende unica agli occhi dei wine-lovers l’Emilia-Romagna e la sua offerta enogastronomica?
È a questa domanda che deve rispondere chi desidera partecipare al contest #TramontoDiVino2019. Sta ai fotografi amatoriali esprimere al meglio la propria risposta tramite un post su Facebook o Instagram, associando all’immagine anche alcune efficaci parole di racconto. Il contest si conclude a fine settembre e i vincitori saranno premiati con prodotti enogastronomici durante l’ultima tappa.

Il biglietto di ingresso ad ogni serata è di 20€, comprensivi di calice con marsupio, degustazione libera dei vini, carnet di assaggi per i prodotti della gastronomia e la guida Emilia Romagna da Bere e da Mangiare. L’assaggio limitato della ricetta a cura dello Chef richiede invece -come già detto- un ticket supplementare di 3€.

Per seguire l’evento sui social ed essere sempre aggiornati sulle iniziative in programma, visitate la pagina Facebook Emilia Romagna da Bere e da mangiare e seguite l’hashtag ufficiale #TramontoDiVino2019.